fbpx

Ritorna al gol Pozzebon, pari beffa Lavello nel recupero

30 Gen 2022 | News

Settimo risultato utile consecutivo per Bartoli e i suoi ragazzi dopo il pareggio contro il Lavello di Karel Zeman. Primo tempo che vive di sprazzi. Ripresa più viva, grazie anche all’ingresso di Gjonaj che calcia la punizione su cui è lesto Pozzebon che torna al gol in maglia biancorossa ed esulta sotto la gradinata. Poi la beffa nei minuti di recupero (prima cinque concessi dal signor Grassi di Forlì, poi diventati nove per l’infortunio che ha costretto Ouattara ad uscire in barella). Marcellino con un tiro di punta stile futsal fulmina Viola al settimo minuto di recupero.

Bartoli schiera lo stesso undici visto contro il Nardò con Viola in porta e il terzetto difensivo composto da Pinto, Panebianco e Lobjanidze. Esterni di centrocampo Giambuzzi e Dubaz, interni Monaco, Guadalupi e Fedel. In avanti Kordic e Genchi.

Due legni nei primi dieci minuti: il tirocross di Fedel lambisce la parte alta della traversa, il corner di Mercuri termina sulla traversa prima di uscire fuori, calcio da fermo procurato da un missile di Sessia su cui si oppone in maniera eccellente Viola. Dubaz è prodigioso su Ouattara, poi Monaco alza bandiera bianca e al suo posto entra Pozzebon con Bartoli che disegna un tridente pesante. Ci prova Pozzebon, ma Chironi para facile: dopo qualche minuto l’estremo difensore lucano è determinante sul tentativo di Genchi. Si chiude così la prima frazione.

Ripresa più viva ma per far decollare il match serve il colpo. Bartoli si gioca il jolly Gjonaj che rileva Kordic e il gioiellino disegna una punizione perfetta su cui si avventa Pozzebon che firma il gol del vantaggio e va a liberarsi sotto la gradinata in festa. Il Lavello accusa il colpo: cross di Dubaz, al 27′, la volè di Genchi termina fuori. Dominguez prova il colpo da fuori, stessa scelta per Gjonaj. Girandola di cambi tra le fila lucane, cinque minuti di recupero che diventano nove per lo sfortunato infortunio di Ouattara che esce in barella: al settimo dei nove minuti di recupero, al termine di un’azione insistita, Marcellino gela il Poli: 1-1. Non c’è più tempo, triplice fischio.

I lucani conquistano un punto che fa classifica dopo il ridimensionamento del progetto iniziale e riscatta le ultime due sconfitte, i biancorossi sono al settimo risultato utile consecutivo. Entrambe le compagini restano al settimo posto, con 28 punti, in coabitazione con la Nocerina, che ha pareggiato contro Bisceglie, e Sorrento che ha fatto suo il derby contro la Mariglianese.

Mercoledì, nel turno infrasettimanale, Pozzebon e compagni affrontano il Cerignola capoclassifica