fbpx

Un bel regalo di Natale: Genchi e Gjonaj stendono la Casertana

22 Dic 2021 | News

Regalo migliore non poteva esserci sotto l’albero di Natale biancorosso. A Caserta, in una situazione di rosa deficitaria con le assenze per infortunio e squalifica dei vari Rollo, Guadalupi, Cappiello, De Gol e Pozzebon, i biancorossi compiono un’autentica impresa.

Bartoli ridisegna il suo 3-5-2 con Viola in porta, Demoleon, Panebianco e Lobjanidze dietro. Esterni Giambuzzi e Boccadamo, interni Romio, Monaco e Fedel, in avanti Genchi fa coppia con Gjonaj.

Pronti via, subito pericoloso Romio: sventa il portiere rossoblu. Alla prima occasione locale, ecco il gol: sventola di Vicente, Viola incolpevole e battuto. I biancorossi si riorganizzano, provano ad attaccare, ma ecco la doccia gelata: Mansour, al 14′ fa 2-0. Partita indirizzata sui binari casertani? Nemmeno per scherzo. Boccadamo ci prova, Bovenzi dice di no.

Al 21′ la riapre Genchi: il bomber barese scambia con Gjonaj e piazza il tiro che bacia la traversa prima di depositarsi in fondo al sacco. Al 29′ la Molfetta Calcio riprende il match: le parti si invertono, Genchi serve Gjonaj e gioia biancorossa. Finire di primo tempo di marca molfettese: Genchi al 44′ trova il preciso tiro che si infila alle spalle di Bovenzi. Si va al riposo in vantaggio.

Nella ripresa Genchi scatenato con due super occasioni. I biancorossi si portano avanti e, al tempo stesso, controllano bene il campo. Al 78′ partita in ghiaccio: Gjonaj realizza la sua personale doppietta. Termina così dopo 5 minuti di recupero.

I biancorossi restano undicesimi in classifica con 24 punti, uno in meno del duo campano che la precede, in virtù della vittoria del Sorrento contro Lavello e Mariglianese e il pari della Mariglianese contro Brindisi. I biancorossi salutano il 2021 calcistico con un bellissimo successo in un girone vietato ai deboli di cuore: il Bitonto batte il Francavilla di Ragno e l’aggancia al primo posto con 37 punti. Insegue il Cerignola con 34 punti e due turni da recuperare causa focolaio covid. Quarta e quinta piazza per le soprese Gravina (32 punti) e Fasano (30 punti) che si mettono dietro piazze che ambiscono al salto di categoria come Casertana (29 punti), Lavello e Nocerina entrambe a 27 punti. Inseguono la coppia campana e la Molfetta Calcio, poi Nardo con 22 punti, Rotonda 21 punti (partiva da -8 in classifica) e Altamura a quota 20. Bollente la zona playout con Nola e Casarano appaiate a 19 punti, Bisceglie a 17 punti, San Giorgio a Cremano con 14 punti. Chiudono Matino e Brindisi con 9 punti.

Il 2022 del calcio si inaugurerà al Poli: il 9 gennaio a Molfetta, arriva il Nardò in un match per squadre che ambiscono alla parte sinistra della classifica. Intanto la Molfetta Calcio si gode il meritato riposo e il bellissimo regalo confezionato da un team che ha tanto cuore e infinita grinta.