fbpx

Nel ricordo di Fiore, reti bianche nel derby

8 Dic 2021 | News

“C’è ben poco da commentare il match quando ci sono episodi come quello avvenuto prima del fischio d’inizio. Dopo le fatiche di Casarano, abbiamo lottato anche oggi, siamo pochi per poter fare turnover, ma presto arriveranno rinforzi per puntellare la rosa”, sono le parole di Renato Bartoli a fine match, in conferenza stampa.

Ben poco da commentare. Partita maschia per novanta minuti: qualche squillo molfettese, un palo colpito dall’Altamura. La cronaca, però, si sofferma sugli episodi del pre match.

“Quello che è successo fuori dal campo non dovrebbe succedere, è un attacco vigliacco da persone che non sono da considerarsi tifosi. Come Molfetta Calcio battaglieremo affinchè questa gente non metta mai più piede in uno stadio”, è l’amaro commento dell’amministratore delegato Saverio Bufi

Si è giocato nel ricordo dell’indimenticato presidente Sandro Fiore, omaggiato con dei fiori sotto la targa nel “suo” stadio.

Bartoli schiera lo stesso undici vittorioso a Casarano con il match winner Cappiello a rimpiazzare Semiao Granado e a far coppia con Pozzebon. In porta Viola e il solito terzetto De Gol, Panebianco e Lobjanidze; esterni di centrocampo Boccadamo e Dubaz, interni Traore, Fedel e Guadalupi, ex del match.

Subito pericolosa la Molfetta Calcio: al sesto calcia Guadalupi, murato, la palla giunge a Cappiello, ma la sua volè si spegne a lato. Brivido per i biancorossi molfettesi, oggi in maglia blu: il tiro di Tazza, al trentesimo, bacia il palo e si spegne fuori. Si va negli spogliatoi così.

Ripresa che segue lo stesso leit motiv del primo tempo: lotta a centrocampo, alcuni cross, diverse belle azioni, ma zero veri pericoli per i due estremi difensori. Al settimo minuto ci prova Pozzebon, al 21′ Guadalupi direttamente da corner cerca, ma non trova, il jolly. A nulla servono gli ingressi di Semiao, Gjonaj e Romio: ci provano ancora Romio e Pozzebon ma dopo quattro minuti di recupero, al triplice fischio, il match termina a reti bianche.

Un punto che consente alla Molfetta Calcio di essere staccata da Mariglianese e Sorrento: i biancorossi vantano 19 punti, due in meno delle compagini campane, oggi vittoriose e in coabitazione all’ottavo posto. Nel turno domenicale, gli uomini di Bartoli sfideranno il Gravina, sesto in classifica con 24 punti, autentica sorpresa di questa prima parte di campionato. La Team Altamura, invece, resta terzultima con 14 punti.