fbpx

STORICA VITTORIA IN SERIE C: I PRIMI TRE PUNTI ARRIVANO CONTRO LA CORAZZATA LECCE

Contro la corazzata Lecce arriva il riscatto e la prima vittoria della Molfetta Calcio Femminile: battute 3-1 le salentine al Paolo Poli

Una vittoria meritata quanto inaspettata, un successo arrivato con determinazione, coraggio, qualità tecniche e forza di un gruppo ritrovato. Ed è così che il “veliero” biancorosso ha affondato la corazzata salentina. Le ragazze della Molfetta Calcio ottengono contro il Woman Lecce la loro prima vittoria nel campionato di serie C, cancellando con una prova superlativa la dura sconfitta di sette giorni fa. Il successo arriva contro una squadra costruita per i vertici della classifica e che oggi, contrariamente alle aspettative, vede momentaneamente la Molfetta Calcio Femminile avanti di una lunghezza. Una gara vinta con l’anima e col cuore credendoci anche quando, sotto di un gol, sono dovute andare al riposo senza possibilità di replicare. Mister Petruzzella ed il suo collaboratore Nico Messina si affidano al tandem Flavia Petruzzella –  Carla Carlucci per sfondare il muro difensivo giallorosso con Sgaramela nel ruolo di esterno. È di marca biancorossa la prima azione d’attacco con Petruzzella con un tiro centrale che si ferma fra le braccia del portiere giallorosso. Le biancorosse premono sull’acceleratore ed è ancora Petruzzella a chiamare al miracolo il portiere Prieto, che compie un ennesimo salvataggio sulla ribattuta di Pellegrini salvando la porta mettendo in angolo. Porta la firma di D’Amico la prima azione pericolosa del Lecce il cui tiro termina di poco a lato. Cinque minuti dopo è Francesca Sforza a negare la gioia alla punta giallorossa. Prima della mezz’ora si grida al penalty per un tocco di mano millimetrico giallorosso sulla linea dell’area di rigore ma per l’arbitro è solo punizione dal limite che, successivamente, Fiore calcia sulla barriera. Francesca Fiore e Isabel Sgaramella illuminano il gioco della Molfetta Calcio Femminile con scambi rapidi, scatti e dribbling a metà campo. Tuttavia è il Lecce ad andare in vantaggio a 60 secondi dal riposo con un’azione tutta da rivedere. Nonostante l’evidente fallo subito dalla difesa biancorossa, il direttore di gara fischia una punizione in favore del Lecce, calciata magistralmente da Becchimanzi che indovina l’angolo. Il Molfetta, colpita, non riesce a reagire perché arriva l’intervallo. La seconda frazione di gioco è di marca biancorossa ed infatti al terzo giro di cronometro arriva il pareggio della Molfetta Calcio Femminile. L’angolo calciato da Pellegrini trova la deviazione vincente di Carlucci che di testa ristabilisce gli equilibri. Il Lecce, non ci sta, spinge alla ricerca del nuovo vantaggio. Ci prova Monno a sorprendere Sforza, che di rifless mette in angolo. Gol mancato, gol subito: è la dura legge del calcio. Sgaramella, al 10’ della ripresa fa esplodere il Poli con un pallonetto vincente che batte il portiere del Lecce dopo essere stata lanciata perfettamente da Petruzzella. La Molfetta Calcio Femminile va meritatamente in vantaggio, ma il secondo tempo è totalmente frammentato da interruzioni frequenti. Si accendono gli animi a farne le spese è il capitano biancorosso Angela Di Grumo che si vede sventolare il rosso ed è costretta ad andare prima delle compagne sotto la doccia. Il Molfetta in inferiorità numerica si difende, la panchina biancorossa corre ai ripari sostituendo Petruzzella con Pischetola per arginare gli attacchi giallorossi. La strategia di mister Petruzzella viene premiata ed infatti a otto minuti dal triplice fischio dell’arbitro la Molfetta Calcio Femminile va in rete ancora con Sgaramella. L’attaccante biancorossa devia in rete una punizione ben calciata da Pellegrini. Nei minuti di recupero le padrone di casa potrebbero dilagare con Fiore, che dopo aver dribblato la difesa ospite, manda di poco alto sopra la traversa un tiro calciato in diagonale. Al termine dei cinque minuti di recupero al Paolo Poli scoppia la festa. A fine gara sono tre delle protagoniste del match a rilasciare delle dichiarazioni. A partire da Francesca Fiore, autrice di un’altra prova di qualità, che ha evidenziato come con la testa e il cuore si possono raggiungere i migliori risultati. La prima doppietta della stagione la firma, invece, Isabel Sgaramella le cui doti tecniche sono indiscutibili. «Le vittorie che arrivano in queste partite sono le più belle – ha affermato – soprattutto contro una squadra che mira a vincere il campionato. Riuscire a battere il Lecce assume un significato particolare ed evidenzia come noi ci siamo e daremo il nostro meglio per tutta la competizione». In questi anni è divenuta una vera e propria garanzia sottoporta. Il riferimento è a Carla Carlucci, autrice del momentaneo gol del pareggio. «Non nascondo l’emozione per la rete realizzata, la prima in Serie C di questa squadra – ha affermato – ma al di la di tutto sono felice per questa vittoria. Ora è tempo di pensare al Catania partendo dall’analisi di questa partita e comprendendo gli errori commessi anche quest’oggi». La soddisfazione della prima vittoria acquisita è tutta nelle parole del mister Vincenzo Petruzzella. «A queste ragazze va fatto un plauso perché hanno dimostrato un grande spirito di appartenenza e attaccamento alla maglia che indossano – ha ribadito – oltre a tanto sacrificio e determinazione. Aspetti non facili dopo la sconfitta subita domenica scorsa. In settimana abbiamo lavorato tanto anche sulla mentalità da assumere, tanto che sotto di un gol siamo entrati nella ripresa con quel piglio giusto tale da riuscire a ribaltare il risultato della gara. Molte di queste ragazze non conoscevano la categoria, ma in queste prima partite hanno capito che la grinta e la forza di volontà sono ingredienti fondamentali per giocare questi match. A Matera questo è mancato – ha concluso Petruzzella – con la speranza che quanto visto quest’oggi possa essere ripetuto nelle prossime partite per il raggiungimento del nostro obiettivo stagionale: la salvezza». La Molfetta Calcio Femminile balza nella parte destra della classifica in attesa della difficile trasferta a Catania e porta a casa una vittoria preziosa che inietta fiducia all’intero collettivo biancorosso.

Molfetta Calcio – Woman Lecce 3-1 (0-1)

Marcatori: 43 pt Bacchimanzi (L), 3 st Carlucci (M), 10 st Sgarmella (M), 37 Sgaramella

Molfetta Calcio: Sforza, Lippolis, Cantatore, Di Grumo, Ladisa, Sgaramella, Rotondo (Cimadomo), Fiore, Pellegrini (Messina), Carlucci (Capriati) Petruzzella. All. Vincenzo Petruzzela (Pischetola). In Panchina: Stella, Maggio, Pischetola, Cimadomo, Alfonso, Antonacci, De Musso, Capriati.

Woman Lecce: Prieto, De Vito, Daple (Nutricati), Becchimanzi (Bisanti), Megna, Pompa, Di Staso (Guido), Monno (Felline), De Punzio (Bocchieri), D’Amico, Ejzel. All. Indino Vera. In panchina:  Garzya, Crusafio, Scardino, Bisanti, De Paola, Nutricati, Bocchieri, Guido, Felline.

Arbitro: Scarati di Termoli

1 assistente: D’Ambrosio di Molfetta,

2 assistente: Dilucia di Foggia.

Note: Ammoniti: Ladisa, Rotondo (M), Guido (L) Espulso: Di Grumo (M), dirigente accompagnatore De Lorenzis (L)

Ufficio Stampa Molfetta Calcio Femminile